Michela Gazziero | About
15286
page-template-default,page,page-id-15286,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Uno stile molto speciale

 

Uno stile molto speciale “Moke-up art” è l’attività di riprodurre un
oggetto in scala ridotta o maggiorata, enfatizzandone i colori e le forme, è così che Michela Gazziero affascinata dal Surrealismo e dal Realismo Fantastico, realizza opere fatte a mano che nascono da un’attenta osservazione dei particolari.

La morbidezza della carta, sembra vivere nelle sue mani, è così che lavori come i grandi fiori o le miniature di design tutti realizzati in carta diventano vere e proprie sculture grazie alla forza e la precisione che imprime nei gesti.

Un mondo magico, elegante e sofisticato, dallo spirito eccentrico che negli anni ha assunto una connotazione sempre più marcata trasformandosi in una vera e propria professione curando l’allestimento di spazi scenografici.

Crescita artistica

 

Nata a Bologna, figlia d’arte, coinvolta fin dall’infanzia nella creatività, matura tecnicamente alla Facoltà di Architettura di Firenze e artisticamente all’Accademia di Belle Arti di Bologna, conseguendo la Laurea Magistrale in “Storia e conservazione delle opere d’arte” alla Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali – Università di Bologna. Attratta sia dall’aspetto conservativo che innovativo e culturale dell’arte, ciò che ha studiato fa parte di sé. La sua passione la porta a lavorare accanto ai genitori, nel negozio di maggior prestigio e di avanguardia nel design di Bologna, crescendo in continuo contatto con questo mondo. Il legame quasi sconosciuto, ma fortemente ricercato tra il restauro e il mondo del design, le permette di entrare in contatto con la Triennale di Milano, lavorando per il Triennale Design Museum, dove il design riveste un ruolo molto importante nel concetto di cultura contemporanea. A gennaio 2018 apre il suo Paper Design Atelier dove fioriscono le idee.

 

Passione creativa

 

La creatività continua nella ricerca di nuovi soggetti, materiali e colori da abbinare. Un sentimento spontaneo verso un nuovo modello da interpretare con l’intenzione di sviluppare idee che possano ogni volta sorprendere. Da una sua idea nascono laboratori didattici come “Miniature di carta” realizzato per la Fabriano in collaborazione con il Triennale Design Museum a gennaio 2013, “Valigia Intergenerazionale” nel 2015 con Fondazione Triennale Design Museum, Fondazione Achille Castiglioni, Fondazione Franco Albini, Fondazione Vico Magistretti in un lavoro per le scuole sviluppato tutti insieme e i workshops “Moke-Up Art” nel 2018 e “Un Fiore in valigia” nel 2019 ideati per NABA Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Ha grandi assistenti nonché fonte di ispirazione nella preparazione delle sue opere, Puppi e Minni i suoi due gatti e Leggs il suo levriero.